mercoledì 11 novembre 2015

Collistar Mascara Shock - review

Bentrovate sul GingilloBlog!
Oggi vorrei recensirvi un mascara molto famoso online e non, il mascara di Collistar Shock. Non sono mai stata una grande amante dei mascara Collistar (e a dire il vero della Collistar in genere) ma avevo bisogno di un buon mascara e in profumeria avendo avuto modo di provarlo mi è parso fare al caso mio. Come sempre analizzerò tutto nel dettaglio per aiutarvi a capire se fa per voi. Buona lettura!
COLORE E TEXTURE
Il colore è un bel nero intenso, si vede anche dalla foto, non grigio, non nero/grigio, ma nero nero, ed è un dettaglio che apprezzo moltissimo. Esiste anche la colorazione marrone, nel caso vi possa interessare. La texture è piuttosto pastosa o meglio, lo diventa dopo circa un mese dal primo utilizzo. All'inizio è molto più liquido, e in questa fase è un po' più difficile da maneggiare senza fare errori, ma non ha una consistenza definibile liquida. Sicuramente è una consistenza adatta a creare volume più che ad allungare e definire.

SCOVOLINO E PACKAGING
Il packaging specchiato mi ricorda molto quello dei prodotti Pupa, ma la forma è più sofisticata, personalmente lo trovo molto elegante ma troppo facile a sporcarsi. Ma son dettagli. Non ho avuto problemi di alcun tipo, l'ho trovato molto resistente e mi piace il fatto che quando si chiude, si avverte un leggero "tac" che ci fa capire che abbiamo chiuso bene il prodotto.
Lo scovolino è sicuramente molto particolare: la forma che ha è una specie di S, che mi è stato difficile cogliere in foto, sembra più una C ma fidatevi, è più una S (grandi descrizioni) e le setole (non siliconiche, classiche) sono molto dure e disposte quasi a ciuffetti, non uniformemente su tutto l'applicatore, inoltre sono molto lunghe. Penso che questo sistema aiuti a catturare molto prodotto tra le setole e di conseguenza a dare un effetto subito evidente sulle ciglia (in termini di volume, non di definizione sicuramente). Inoltre la forma ad S aiuta moltissimo ad incurvare.

EFFETTO E DURATA
Le mie ciglia sono piuttosto sfigate, quindi se dico che un mascara qualcosa fa, fidatevi. Ho delle ciglia chiare, corte, sottili, arruffate e che tendono ad abbassarsi. Quindi insomma, per me il mascara DEVE essere figo, altrimenti non ha senso neanche metterselo. C'è chi ha già delle belle ciglia e di conseguenza con qualsiasi mascara comunque ha un effetto decente, io non sono tra queste persone. Con lo Shock di Collistar l'effetto è di ciglia volumizzate, ben incurvate e allungate, insomma, è un ottimo mascara. Ha un'ottima durata e mantiene la piega delle ciglia durante il giorno, dettaglio per me fondamentale, ma nonostante questo riesco a struccarlo con facilità. Ma ha diversi contro, e di conseguenza non so se lo riacquisterò.

CONTRO
Innanzitutto la durata nel tempo, pur non avendone fatto un uso molto intenso, si e no l'avrò usato una due volte a settimana e ho sempre fatto attenzione a chiuderlo per bene, il mascara mi si è seccato nel giro di 3/4 mesi, prima dei classici 6. Considerate che ci sono alcuni mascara, come quelli Lancome, che mi durano anche oltre i 6 mesi, e di solito comunque arrivo ai 6 con qualsiasi mascara (tranne quelli Essence), per esempio anche col Vamp di Pupa che è persino più pastoso dello Shock. Inoltre non va assolutamente applicato con un movimento a zig-zag per poi essere "tirato" verso la lunghezza delle ciglia. Questo mascara va solo ed esclusivamente passato a mo' di pettine sulle ciglia, in quanto se, almeno su di me, facessi movimenti bruschi o "nervosi" alla Clio, mi andrebbe solo ad incollare tutto e a crearmi tre mega ciglia in croce. In poche parole, va applicato con calma e dovete capire come farlo. Inoltre a causa dello scovolino molto largo anche sulla punta, è impossibile andare a prendere gli angoli degli occhi e di conseguenza andare a prendere tutte le ciglia, soprattutto le più corte. Quelle che riesce a prendere effettivamente le esalta tanto, ma se volete andare oltre per creare magari un effetto a ventaglio, non ce la farete. Lo consiglio infatti principalmente a chi ha ciglia piuttosto lunghe, poco folte e non troppo arruffate, su di voi sarà perfetto. Su delle ciglia corte come le mie è piuttosto scomodo da usare proprio perché bisogna fare molta attenzione ad andare a pettinare con calma. Per il primo mese poi, quando era più liquido, era letteralmente impossibile applicarlo senza sporcarsi, per quanto potessi fare attenzione, le setole sono troppo lunghe e dure e il mascara troppo carico per  non andare a macchiare la palpebra, era impossibile non sporcarsi, persino l'I love Extreme è di più semplice utilizzo e ha uno scovolino molto più grande. La cosa è migliorata facendo molta pratica e soprattutto quando ha iniziato a diventare più pastoso e più facile da gestire.


TABELLINE (ma quanto mi mancava fare le tabelline per i mascara?)
Curvatura: 9
Volume: 9
Scovolino: 5
Lunghezza: 8 
Definizione: 5
Colore: 10
Effetto generale sulle ciglia: 9
Voto complessivo: 8

CONCLUSIONI
L'effetto è sicuramente molto bello, ma l'utilizzo stesso del mascara richiede pratica, cura e dimestichezza perché lo scovolino ha delle setole troppo lunghe sulla parte finale, che a mio parere dovrebbe sempre avere dimensioni ridotte rispetto al resto dello scovolino o perlomeno avere setole più morbide che rendano il prodotto più gestibile (come per il Vamp), soprattutto per mascara molto volumizzanti come questo. Sicuramente un buon prodotto, ma con cui si può ottenere un ottimo risultato, ma a costo di un prezzo non bassissimo (20€ circa, in base a dove acquistate) e di una certa dimestichezza. Spero di esservi stata utile come sempre! Alla prossima!

Nessun commento:

Posta un commento

lasciami il tuo commento, sarà online a breve! grazie :*
leave here your comment, you'll see it as soon as possible, thank you xoxo